• Cuba
  • vietnam
  • madagascar
  • marrakesh
  • cuba
  • vietnam
  • Marrakesh
  • madagascar
  • cuba
  • vietnam
  • usa
  • provenza
  • cuba
  • Provenza
  • usa
  • Marrakesh
  • Cuba
  • Tanzania
  • vietnam
  • usa
  • PeruCola
  • Perubvimba
 
Feb2017

Cerved (+3,8%): accordo Juliet (npl MPS) va rinegoziato

Cerved Information Solutions balza in avanti in scia ai dati 2016 approvati venerdì scorso. I ricavi salgono a 377,0 milioni di euro, +6,6% a/a, l'utile netto adjusted a 92,0 milioni, +34,2% a/a. Per quanto concerne l'evoluzione prevedibile della gestione per l'esercizio 2017, il Gruppo si aspetta, come per il 2016, uno scenario di crescita dei Ricavi ed EBITDA, oltre a un miglioramento dei processi di integrazione, razionalizzazione ed efficientamento delle attività, con l'obiettivo di migliorare sia la redditività sia la generazione di Operating Cash Flow del Gruppo. Cerved illustrerà il nuovo outlook strategico in occasione della pubblicazione dei risultati del primo trimestre.

leggi tutto
Feb2017

Mps, lo Stato non potrà coprire le perdite sugli Npl

        Nessun commento

Il problema è politico, e non pare di rapida soluzione. Ma c’è un dettaglio tecnico che nei giorni scorsi sembra aver messo chiaramente in risalto il cul de sac in cui è finita Mps, alle prese con un piano industriale che inevitabilmente avrà nella dismissione degli Npl il suo elemento chiave: le risorse pubbliche, pari ad almeno 6,6 miliardi, non potranno essere utilizzate per coprire le perdite derivanti dalla svalutazione delle sofferenze. 

leggi tutto
Feb2017

Atlante: Gros-Pietro, priorita' e' creazione mercato Npl

        Nessun commento

MILANO "Riteniamo che la priorita' del Fondo Atlante sia quella di favorire la creazione di un mercato di Npl e che abbia caratteristiche di aumentarne l'efficienza". Lo ha affermato il presidente di Intesa Sanpaolo , Gian Maria Gros-Pietro, a margine della presentazione dei risultati dei Luoghi del Cuore del Fai, in merito al ruolo del Fondo Atlante nel sistema bancario italiano.

leggi tutto
Feb2017

RALLENTA IL RITMO DI CRESCITA DELLE INTERROGAZIONI RELATIVE ALLA RICHIESTA DI NUOVI MUTUI E SURROGHE DA PARTE DELLE FAMIGLIE: + 1,8% A GENNAIO.

        Nessun commento

Diminuisce bruscamente, rispetto alle ultime rilevazioni, l’importo medio, che si assesta a 121.193 euro.

Le evidenze dell’analisi del patrimonio informativo di EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Nel mese di gennaio il numero d’interrogazioni sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF relative a richieste di nuovi mutui e surroghe (vere e proprie istruttorie formali, non semplici richieste di informazioni o preventivi online) da parte di famiglie italiane ha registrato una crescita del +1,8% rispetto a gennaio 2016. È però opportuno ricordare come il mese di gennaio dello scorso anno si fosse caratterizzato per un robusto incremento delle interrogazioni. 

leggi tutto
Feb2017
QUESTA VOLTA è DIVERSO – OTTO SECOLI DI FOLLIA FINANZIARIA di Carmen M. Reinhart e Kenneth S. Rogoff (367 pag.)

QUESTA VOLTA è DIVERSO – OTTO SECOLI DI FOLLIA FINANZIARIA di Carmen M. Reinhart e Kenneth S. Rogoff (367 pag.)

        Nessun commento

Quella del 2007-2010/2015 (a seconda delle nazioni) è stata una delle peggiori crisi di tutti i tempi. Da quella dei tulipani nel XVII secolo, all’Austerity degli anni ’70, passando dal venerdì nero di Wall Street del 1929, niente sarebbe peggiore di ciò che abbiamo vissuto (e in Italia ancora vivendo attualmente). Il PIL mondiale, per la prima volta negli ultimi 70 anni, ha avuto una pesantissima contrazione

leggi tutto
Feb2017
IL PICCOLO LIBRO DELL’INVESTITORE di Aryaman Dalmia (137 pag.)

IL PICCOLO LIBRO DELL’INVESTITORE di Aryaman Dalmia (137 pag.)

        Nessun commento

La cosa straordinaria di questo libro è l’età del suo autore: 14 anni! Figlio e nipote di grossi investitori indiani, riesce in maniera semplice, ma non semplicistica, a spiegare i fondamenti della filosofia di investimento di Benjamin Graham e Warren Buffet. Riassumibili nel principio di non seguire mode e previsioni, ma puntare ai fondamentali delle aziende, il ROE innanzi tutto e al prezzo delle azioni rispetto il valore della società.

 

leggi tutto
Feb2017

Banche: gestione interna dei crediti deteriorati fa recuperare il 24% in più

        Nessun commento

Ammonta a 316 miliardi di euro lo stock di crediti deteriorati in pancia alle banche italiane, considerando sofferenze, inadempienze probabili e crediti scaduti o sconfinali. Crediti che nei bilanci delle banche sono valutati al 56% per un valore di recupero (crediti deteriorati netti) pari a 176 miliardi. E' quanto emerge da un rapporto Mediobanca che prende in considerazione ben 492 banche che rappresentano il 96% del sistema in Italia. I dati al 2015 evidenziano come la valutazione di bilancio è tanto minore quanto minore è la probabilità di recupero: 42% per le sofferenze, 74% per le inadempienze probabili, 83% per gli scaduti/sconfinanti. Le Spa mostrano una valutazione più conservativa 53% rispetto a Popolari (62%) e Bcc (60%)

leggi tutto
Feb2017

Banca Ifis, utile record con Interbanca e npl

        Nessun commento

Utile record nel 2016 per Banca Ifis: al 31 dicembre dello scorso anno il risultato è stato di 687,9 milioni, spinto dall’acquisizione di Interbanca, che pesa per 623,6 milioni.

La cifra rappresenta il cosiddetto gain on bargain purchase che, come previsto dai principi contabili di riferimento, è stato iscritto a conto economico e risulta dalla differenza positiva tra il valore delle attività e passività acquisite (742,8 milioni di euro) e il loro prezzo di acquisto (119,2 milioni, ancora al lordo di eventuali ulteriori riduzioni). Si prevede inoltre che le attività iscritte a fair value in sede di acquisizione contribuiranno positivamente alla formazione del risultato della gestione finanziaria anche nel corso degli esercizi futuri per effetto dell’avvenuto allineamento della loro redditività ai tassi di mercato di riferimento.

leggi tutto
Feb2017

Npl, il 75% ha una garanzia totale

Npl         Nessun commento

I margini per consentire alle banche italiane di recuperare con soddisfazione i crediti finiti in sofferenza ci sono. Così come è possibile aumentare il prezzo di una eventuale cessione degli Npl sul mercato, abbattendone il tasso di rendimento atteso (15-25% il rendimento sul quale puntano i fondi esteri specializzati) «anche attraverso un migliore corredo documentale dei crediti deteriorati e delle loro garanzie». È una delle conclusioni cui arriva uno studio condotto dall’area studi di Mediobanca, guidata da Gabriele Barbaresco, presentato ieri a Roma, su invito della Fondazione Ugo La Malfa. 

leggi tutto
Feb2017

Mutui: recupero credito in Italia richiede in media 1120 giorni

        Nessun commento

Il tempo medio per il recupero di un credito in Italia è doppio rispetto alla media Ocse: 1120 giorni contro i 553 della media dei Paesi membri dell’organizzazione parigina: questa una delle principali evidenze emerse nel corso del convegno “Nella volatilità dell’economia rendiamo solido il mattone” organizzato dal Consiglio nazionale geometri e geometri laureati, dalla Cassa italiana di previdenza e assistenza dei geometri liberi professionisti e dalla Fondazione geometri.

leggi tutto
Feb2017

LUGLIO di Nadine Gordimer (177 pag.)

        Nessun commento

Ambientato in Sudafrica in un ipotetico futuro dove la popolazione nera si ribella in maniera feroce contro l’apartheid, è la storia di una famiglia di bianchi progressisti e democratici, che vengono salvati dal proprio servitore nero. Questi li porta nel suo villaggio d’origine, ed essi si dovranno misurare con uno stile di vita basico e lontano dalla loro cultura. La convivenza non sarà facile e l’epilogo, volutamente lasciato indeterminato dall’autore, lascia spazio ad ogni conclusione, dalla più drammatica alla più ottimista.

leggi tutto
Feb2017

Il mercato studia il possibile schema dell’Eba per gli Npl

        Nessun commento

L’idea di una bad bank europea è un’ottima idea. Ora si tratta però di capire come può funzionare e quanto è fattibile un progetto del genere». Nelle parole di uno dei principali banchieri italiani c’è tutto l’interesse ma anche la perplessità per un progetto, come quello lanciato dal presidente dell’Autorità bancaria europea Andrea Enria, di cui oggi si conosce l’obiettivo di fondo sebbene solo nei contorni. Il mercato, insomma, guarda con curiosità all’idea di una bad bank condivisa, soprattutto se ciò aiutasse le banche a sgravarsi dal fardello dei crediti deteriorati. Ma nel contempo si domanda se, come e a quale costo il meccanismo può mettersi in moto.

 

leggi tutto
Feb2017

Fintech, sul piatto 26,5 miliardi di dollari. E' sfida banche-OTT

La fotografia scattata dall'Osservatorio Digital Finance Polimi. L'Italia rischia di perdere il treno: siamo in ritardo su big data, intelligenza artificiale e blockchain. Ma la partita è ancora tutta da giocare. Giorgino: "Innovazioni porteranno inesorabilmente attori finanziari e bancari a modificare proprio modo di operare".

leggi tutto
Feb2017

IL DELTA DI VENERE di Anais Nin (284 pag.)

        Nessun commento

Romanzo erotico della compagna di Arthur Miller, dove viene steso un ampio affresco della Parigi degli anni ’20, quando era la capitale culturale del mondo. Sicuramente interessante per i temi, l’ho trovato noioso nelle situazioni descritte e nei dialoghi.

leggi tutto
Feb2017

NPL INVESTING & COLLECTION SUMMIT

        Nessun commento

Cresce il fermento nel mercato italiano degli NPL e dei distressed debts ed assets. Se prima l’interesse era rivolto solo ai portafogli, oggi a passare di mano sono anche le piattaforme ed i servicers, ed il mercato italiano si sta confermando sempre più complesso con connotati totalmente diversi da quelli di ogni altro paese.

leggi tutto
Feb2017

LA TUTELA DEL CREDITO IN BIELLA LEASING - Intervista a Roberto Nicoletta

        Nessun commento

A cura di Gianpaolo Luzzi

Dott. Nicoletta, ci racconta qualcosa di lei, il percorso lavorativo che l’ha portata al ruolo attuale in Biella leasing?

R.N. Il mio percorso professionale si è svolto tutto nel Gruppo Banca Sella nel quale sono entrato, molto giovane, nel 1981.In questi anni mi sono stati affidati incarichi, prima di natura commerciale e poi dirigenziale, che mi hanno portato a viaggiare da un capo all’altro dell’Italia. Dopo la gavetta di rito trascorsa ricoprendo svariate mansioni nella rete distributiva di Banca Sella, nel 1997 mi è stata affidata la responsabilità dell’area Commerciale ed il ruolo di Vice Ceo di Banca di Palermo; successivamente alla fusione della stessa con Banca Arditi Galati, sono stato nominato Vice Direttore Generale di Banca Sella Sud Arditi Galati e Responsabile del Territorio Sicilia. Dopo circa dodici anni trascorsi in terra di Sicilia, nel 2009, a seguito di una breve parentesi come Direttore Commerciale, sono stato nominato Direttore Generale e CEO di Banca Sella Nord Est Bovio Calderari con sede a Trento. Nel luglio 2013 sono tornato a Biella per entrare nella Direzione Generale di Biella Leasing di cui sono stato nominato Direttore Generale e CEO a novembre dello stesso anno e, più recentemente Amministratore Delegato.

leggi tutto