• Imprenditore
 

Imprenditore

Mi sono laureato in giurisprudenza all’Università di Pisa, mentre lavoravo per mantenermi agli studi. È stata un’esperienza piuttosto dura ma molto formativa sul piano caratteriale. È lì, infatti, che ho imparato a portare avanti più cose impegnative contemporaneamente.

Lavoravo per una società biomedicale, quotata in borsa. All’epoca del gruppo Fiat. Avevo il compito di “instaurare e ottimizzare procedure di recupero crediti” verso clienti pubblici e privati. Iniziai con la Toscana, ma ben presto mi affidarono tutto il centro Italia (da Bologna a Campobasso). In soldoni, significavano 50.000 km l’anno (fatti su auto abbastanza improbabili come l’Alfasud 1.2 o la Fiat Uno 1.3 diesel).

Una volta laureatomi, traccheggiai qualche settimana nel decidere se proseguire da “quadro” dentro la prestigiosa società (come mi proponevano da tempo) o mettermi in proprio. Mal’idea di affidare il mio futuro in mano a degli estranei mi terrorizzavacosì decisi di diventare “padrone del mio destino”, come avrebbe detto Mandela. Ed iniziai così la pratica forense per diventare Procuratore Legale (all’epoca c’erano ancora). Ma ben presto esclusi la carriera legale, grazie all’allora presidente dell’Ordine, che già nella prima settimana da praticante, ci spiegò che quel mercato era saturo, intenzione dell’Ordine era di...

Leggi tutto

Media